Le mie percezioni sembrano realtà

Salve, mi chiamo Fabio, ho 22 anni, sono laureato.
Soffro da 5 anni di disturbo della personalità di tipo schizoide.
Faccio terapia, prendo farmaci, ne ho cambiati tanti, ora prendo Zyprexa e Sereupin.

Nel mio palmares farmaceutico ci sono Efexor (un'esperienza tremenda!), Lamictal, etc.
Ho grossi sbalzi d'umore, massimi di euforia e minimi di profonda depressione, idea di morte, di annullamento.
Avverto una profonda scissione del mio io, della mia coscienza. Presenze molteplici dentro di me.
Esempio: difficoltà nella scelta, davanti ad un bivio qualcosa mi dice di andare a destra qualcosa di andare a sinistra, ho un grosso senso di confusione. Aut-aut, mancanza di scelta.
Ho una forte empatia, è una specie di cancro dell'anima.

Entro in un bar, sento un dolore cosi forte da aver difficoltà a stare in piedi, il barista sta male, ha qualche problema, è triste ed io lo sento, percezioni cosi reali da sembrare vere.
Mi fido solo delle mie sensazioni, e non sbaglio mai.
Mi sento un mezzo attrattore, una spugna per il male altrui, se sto vicino ad una persona che sta male assorbo tutto dentro di me, accumulo, alla fine ho dentro di me mille persone diverse e il mio essere è sopraffatto, diventa ininfluente.

Ho paura, la solitudine è per me necessità, fonte di calma.

Fabio

Vedi tutti gli articoli pubblicati dall'autore
il dolore
1]


Il sito Disclaimer Mappa del Sito Area riservata