Encopresi

Il termine Encopresi è utilizzato per descrivere la ripetuta evacuazione di feci in luoghi inappropriati (per es., nei vestiti o sul pavimento).

Questo comportamento, in genere involontario, è considerato patologico nei bambini che abbiano un’età mentale superiore ai 4 anni.

Il disturbo sembrerebbe più diffuso nei maschi che nelle femmine.
I bambini che soffrono di encopresi in genere sono stitici e per loro l’emissione delle feci è dolorosa e ansiogena allo stesso tempo.
Essi possono essere preoccupati di usare il bagno in situazioni o luoghi particolari, possono vergognarsi delle loro necessità e la perdita involontaria sarebbe da ricollegarsi ad un eccessivo riempimento dell’intestino.
Quando il bambino non riesce più a trattenersi, defeca in condizioni inconsuete, ad esempio sdraiato sopra il letto, appoggiato ad un muro, con le natiche serrate… in modo da lenire il più possibile il dolore.
Inoltre, il problema è complicato dalla predisposizione fisiologica alla costipazione.

Il bambino con encopresi spesso si vergogna, ha scarsa autostima ed è vittima della derisione dei coetanei, nonché della rabbia di chi si prende cura di lui.
Tutto ciò porta a comportamenti di evitamento, al desiderio di allontanamento da ogni situazione (per es., campeggio o scuola) che possa metterlo in imbarazzo.

Il disturbo raramente diviene cronico, può essere curato con:

  • una normalizzazione della dieta (questi bambini in genere si cibano di pochi alimenti preferiti)
  • la pratica positiva del bagno (si identifica un orario fisso per la defecazione, in modo da creare abitudine)
  • istruzioni inerenti l’igiene personale e la fisiologia della defecazione

Il bambino che soffre di encopresi sembrerebbe avere dei problemi legati alle dinamiche familiari e difficoltà nei rapporti interpersonali.
Di conseguenza, l’intervento terapeutico dovrebbe comprendere anche l’attenzione nei confronti delle difficoltà relazionali, e non esclusivamente farmaci e dieta.

Alessandra Banche

Vedi tutti gli articoli pubblicati dall'autore
età evolutiva
1]


Il sito Disclaimer Mappa del Sito Area riservata