La rabbia

La rabbia è un’emozione fondamentale che appartiene al genere umano oltre che al genere animale, fa parte della nostra vita e varia in relazione all’ambiente in cui cresciamo.

Si può manifestare con:

reazioni emotive:

  • sentirsi tesi, irrequieti,
  • sentirsi feriti nell’orgoglio,
  • provare desideri di vendetta e ribellione,
  • sentirsi impotenti,
  • non essere considerati,
  • essere presi in giro,
  • stare per scoppiare

reazioni mentali:

  • fraintendere i comportamenti degli altri,
  • attivare pensieri on/off (o tutto bianco, o tutto nero),
  • vedere gli altri come oppositori comportamentali.

reazioni dirette:

  • rompere oggetti,
  • fare gesti violenti,
  • sguardo minaccioso,
  • stringere i pugni.

azioni comportamentali velate:

  • non collaborare,
  • simulare incapacità,
  • fare fallire un progetto,
  • dimenticare di svolgere una commissione importante.

la comunicazione della rabbia può anche avere uno stile diretto:

  • insultare
  • incolpare
  • criticare
  • minacciare
  • fare il sapiente

oppure essere comunicata velatamente (è più difficile da identificare):

  • razionalizzare: cercare di darsi una spiegazione logica degli eventi fingendo di mettere da parte le emozioni ("non poteva andare diversamente, di certo non me la prendo per questo…")
  • ridicolizzare: parlare dell’evento spiacevole come di una situazione comica, che fa ridere, per celare le reali emozioni
  • spettegolare in modo elegante: si mette in cattiva luce chi ci ha fatto arrabbiare
  • paragonare: serve per sentirsi "migliori" dell’altro.

Le principali cause della rabbia sono: essere feriti nell’intimomancare un obiettivoavere scarso potere essere trattati ingiustamente.

Alessandra Banche

Vedi tutti gli articoli pubblicati dall'autore
lo stress
1]


Il sito Disclaimer Mappa del Sito Area riservata