L'ideale di magrezza

L’ideale di magrezza espresso nei video musicali televisivi:
Fonte di confronto sociale e insoddisfazione corporea.

Marika Tiggemann *, Amy Slater
School of Psychology, Flinders University, Adelaide, Australia

La dottoressa Tiggemann e la Dottoressa Slater hanno condotto uno studio in cui hanno esaminato come vengono presentate le immagini idealizzate della magrezza nei video musicali televisivi, una popolare forma di intrattenimento per i giovani.
Un campione di 84 donne osservarono un video tape contenente sia video che sottolineavano ed enfatizzavano l’apparenza fisica, le caratteristiche di magrezza e donne attraenti sia video musicali che non sottolineavano l’apparenza.
I risultati hanno dimostrato che la visione di video musicali enfatizzanti la magrezza femminile tende ad aumentare il confronto sociale e l’insoddisfazione corporea.
Le analisi inoltre dimostrarono che gli effetti della visione sull’insoddisfazione corporea sono mediati dal livelli del processo di confronto.
Questo studio ha messo in rilievo che il contenuto dei programmi televisivi quindi i messaggi mediatici, possono avere un impatto estremamente negativo per la percezione della propria immagine corporea, soprattutto nelle giovani adolescenti.

Commento:
Veniamo costantemente bombardati da messaggi e input da parte dei mass media e inconsapevolmente come in una sorta di "ipnosi generale" questi hanno il potere di alterare la nostra immagine corporea.
Purtroppo l’alterazione della propria immagine corporea è una caratteristica peculiare dei disturbi dell’alimentazione e i fattori di mantenimento sono sempre più presenti.

Un lavoro di prevenzione ha quindi come principale obiettivo quello di sensibilizzare i giovani rendendoli consapevoli di tale fenomeno per aiutarli a contrastarlo.

Sonia Guardini

Vedi tutti gli articoli pubblicati dall'autore
disturbi alimentari
1]


Il sito Disclaimer Mappa del Sito Area riservata